“La vita dello studente universitario sotto esame è un profondo oceano di ansia ”
Ecco cosa può fare per non stressarsi troppo.

Durante queste interminabili settimane, il povero studente si presenta con un look da sessione terribilmente monotono e malaticcio che va dal pigiama e coperta ad una tuta in pile o maglione da neve. Mangia per sopravvivenza, tutto va bene tutto purché non perda tempo; impossibili cose calde, più comode scatolette di tonno oppure pizza a domicilio. E poi caffè, caffè... 

Resta sepolto in casa , sommerso da libri, quaderni, appunti, foglietti. Rapporti sociali?  ZERO. Unica compagna che non lo abbandonerà mai e che gli starà vicino fino al giorno dell’esame è l’ANSIA. Che STRESS!! 😫
Ecco cosa cosa può fare per ridimensionare l’ansia?

1 Andare a letto prima la sera con una calda tisana, evitando di addormentarsi con il televisore acceso.
2 La mattina togliersi il pigiama e lavarsi, aprire la finestra , mettere in ordine la scrivania, fare una bella colazione con cereali e frutta invece di snack, dolciumi o patatine, metti sulla scrivania della frutta
3 Non dimenticare di fare un po’ di movimento, con calma, va bene tutto, basta che liberi la mente
4 Allora è giunto il momento fi mettersi a studiare.

 "L'ansia si crea di giorno e di giorno va combattuta".
Si ha comunque paura che la memoria non sostenga. oppure si ha difficoltà a concentrarsi. Che cosa può aiutare? Ci sono molti rimedi per favorire uno studio più tranquillo ed efficace... Vediamo i più interessanti

Whitania somnifera è stato utilizzato per millenni nella medicina Ayurvedica. In virtù del suo contenuto di withanolidi e whitanosidi dimostra spiccate attività nootropa (nootropa" (Noo) (dal greco "noos"=mente "tropein"= svegliare) ansiolitica e neuro protettiva. Nella fattispecie sono i composti withanolide A, withanoside IV, o withanoside VI ad aumentare la densità degli assoni e delle sinapsi nella corteccia parietale e a migliorare la memoria spaziale. Recentemente è stata svolta una revisione sistematica della letteratura riguardante anche l'azione ansiolitica della whitania e i dati preliminari sembrerebbe davvero incoraggianti. Quindi la whitania è un ottimo ginseng da consigliare a studenti , persone anziane o a soggetti affetti da deficit mnemonico anche in presenza di ansia.

Bacopa Monnieri, anch'essa proveniente dalla tradizione Ayurvedica. Questa ha proprietà antiossidante , nootropa e sedativa Secondo la medicina tradizionale indiana la Bacopa è una pianta indicata per il trattamento di tutte le malattie cerebrali.
La bacopa è consigliata in particolare per aiutare le funzioni cerebrali, migliorare la memoria ed aumentare la concentrazione.
Infatti la somministrazione di Bacopa si è dimostrata efficace in pazienti con deficit dell'attenzione con risultati veramente eccellenti.
Quindi la Bacopa viene assunta principalmente per le sue proprietà benefiche sul cervello ma è anche un ottimo ansiolitico naturale che contrasta lo stress, la depressione e l'ansia. Questo beneficio è dato dalla sua proprietà regolatrice dei livelli di serotonina che come sappiamo è l'ormone dell’umore. Inoltre la Bacopa è ottima per favorire il sonno e per contrastare ogni forma di nervosismo.

La Rhodiola ha un'azione adattogena, antistress, favorisce in generale le capacità di apprendimento e di memoria, ben conosciute dalla medicina popolare siberiana. Queste proprietà sono state provate scientificamente e sono riconducibili alla presenza di glicosidi fenilpropanoidici, in particolare il salidroside e la rosavidina, la cui struttura chimica è simile a quella della siringina (eleuteroside 😎, uno dei principi attivi dell'eleuterococco. Il salidroside ha pure confermato un effetto anabolico, che aumenta la capacità lavorativa e il rendimento organico. La rhodiola produce un aumento della concentrazione plasmatica di beta-endorfine in grado di prevenire le variazioni ormonali indicative dello stress.
Ha effetto cardioprotettivo, in presenza di tachicardia e palpitazioni dovute all’ansia, al nervosismo.

Si consiglia di usare questi rimedi anche per periodi lunghi
Forma di somministrazione : capsule
Avvertenze : evitarne l’uso alle donne in gravidanza e ai bambini
Si consiglia di non assumere il prodotto la sera