.

I continui cambiamenti del Tempo sono il peggior nemico delle nostre mani: i geloni sono sempre in agguato. Come prevenirli e curarli? Il rimedio migliore è una buona crema idratante con le tinture madri di Calendula, Rusco e Ippocastano. 

Il riscaldamento repentino dopo l'esposizione a temperature fredde può provocare una dolorosa infiammazione dei piccoli vasi e si manifesta con arrossamento, prurito e gonfiore. Se non si corre subito ai ripari la situazione può diventare ancora più complessa, possono manifestarsi dolore, ulcere cutanee, infezioni. Cerchiamo di fare una sintesi su cosa fare per la Prevenzione e Cura.  

Innanzitutto la prevenzione:

Per prevenire i geloni, le persone più sensibili possono:
• Evitare lunghi periodi di esposizione al freddo;
• Coprire tutta la pelle esposta;
• Indossare diversi strati di vestiti, guanti e calzature che mantengano il calore
Infine, se la pelle è esposta al freddo, è utile riscaldarla gradualmente, poiché le brusche variazioni di temperatura possono peggiorare i sintomi dei geloni.

Il Trattamento preventivo e la Cura ai primi sintomi
Una crema mani idonea durante il periodo invernale aiuta la pelle a stabilire un corretto equilibrio durante gli sbalzi di temperatura.
Deve essere anche lenitiva, per contrastare l’arrossamento provocato dai geloni e deve favorire una buona circolazione sanguigna.

Quali sono le tinture madri che si possono utilizzare per una crema efficace?
Vediamoli insieme:
Rusco: ha un’ azione antinfiammatoria e fortifica i capillari sanguigni;
Calendula: ha un ‘azione emolliente e lenitiva e agisce sul trofismo della pelle ( le sottili ferite si cicatrizzano);
Ribes: è un protettore dei capillari e favorisce il drenaggio ( utile per le mani gonfie); Ippocastano favorisce una buona circolazione sanguigna.
Anche la composizione della crema è importante , deve essere semplice, idratante ed emolliente con una buona compliance perché non tutti sopportano creme grasse e pesanti.