"Gli occhi sono lo specchio dell'anima", si dice,
ma anche in medicina è così?
I medici, come un tempo, ti guardano ancora negli occhi?"

Il dottor Antonio Colasanti a queste domande si diverte e risponde, con ironia e con esattezza scientifica:
«Gli occhi sono chiamati finestra della mente e fintanto che la finestra è aperta i maestri della fisiognomica sono sempre in grado di vedere nella mente della persona. In questo senso gli occhi sono il tratto più importante per la lettura del volto specialmente quando si vuole stabilire con la persona esaminata un rapporto particolare.»

In effetti nessun'altra parte del volto dice, riguardo la personalità, più cose di quanto dicano gli occhi. Secondo i padri della fisiognomica (la scienza che studia i tratti del viso) gli occhi sono cosi importanti che se questi sono buoni, ma nessun tratto della persona lo è, la persona sarà  intelligente e avrà vita buona. Se le altre caratteristiche sono buone, ma gli occhi sono cattivi in senso fisiognomico, la persona non avrà molto successo.

Per analizzare queste importanti finestre gli aspetti da esaminare sono dimensioni, sguardo, messa a fuoco, colore. (queste caratteristiche si applicano ad entrambi i sessi), dimensioni (chi ha occhi grandi ha forti emozioni e doti artistiche, chi ha occhi piccoli è prudente e ama pensare quando prende decisioni). Gli occhi grandi non sono migliori dei piccoli, sono solo diversi in termini di personalità.

Sguardo, Il modo con cui gli occhi di una persona stabiliscono un contatto con gli occhi di un'altra persona svela informazioni riguardo la personalità. Se uno guarda sempre sopra la testa dell'altro è una persona orgogliosa ed arrogante. Se invece guarda in basso è timido prudente e spesso preoccupato. Lanciare occhiate in qua e la senza affrontare gli occhi dell'altro cela motivazioni remote. Se si guarda dritto negli occhi chi gli sta difronte si ha una cattiva coscienza. Se lo sguardo è sempre dritto, fisso, potente e penetrante la persona è brillante e coraggiosa, ha un'alta opinione di se/ coscienza pulita.

Messa a fuoco, La maniera in cui la persona guarda fisso o mette a fuoco. Se si ha difficoltà nel mettere a fuoco non ha fiducia in se né possiede obiettivi definiti. Se invece lo sguardo è penetrante la persona è logica ed ha obiettivi chiari, descrivendo una persona leale e stabile nelle emozioni.

Il colore è di importanza vitale, Gli occhi di buon auspicio hanno pupille scure circondate da sclere argentee. Tali occhi intendono intelligenza, nobiltà, longevità. Se le sclere sono gialle o rosse gli occhi sono di cattivo auspicio. Caratteri meschini irascibili, ottuso, pericoloso per gli altri. Per il maschio lo sguardo deve essere potente e penetrante, per la donna dolce, gli occhi buoni sono brillanti acuti e grandi, incurvati verso l alto. Gli occhi cattivi sono piccoli velati sfocati ed inclinati in basso.

Il proverbio "gli occhi sono lo specchio dell'anima" è quantomeno vero ed attuale quindi...

guardiamo bene chi ci sta davanti

dr A. Colasanti

Il dottor Antonio Colasanti   laureato in farmacia  1977. Docente in farmacologia presso la stessa università. Nel 1983 fonda la Omeosalus, azienda distribuzione prodotti omeopatici e fitoterapici.
Iscritto al 5° anno di laurea in medicina. Esperto in omeopatia-fitoterapia integratori naturali ed alimentazione sportiva. Specializzato in medicina bioradiante-pranoterapia-massaggio sportivo.
Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive e relatore in corsi svolti nell’università la Sapienza.
Gli è stato conferito il premio nazionale medicina 2013 Direttore della scuola di naturopatia Elform di Milano.