Immaginiamo che al nostro povero osso si tolga tutto il calcio. Bisognerà fare molta attenzione che non si spezzi. Invece...

Abbiamo provato a farlo con un uovo di gallina. Lo abbiamo messo per 24 ore nell’aceto, convinti che si sarebbe rotto. Il guscio d’uovo, si sa, è fatto soprattutto di calcio e quindi, secondo noi, si sarebbe sicuramente sfaldato.  Invece, quando con molta cautela lo abbiamo preso, ci siamo accorti che non si rompeva, anzi rimbalzava come una pallina di gomma.

La stessa cosa accade con il nostro osso di pollo sperimentale: “ Si piega ma non si spezza!” Cosa accade! Perché l’uovo di gallina rimbalza, tanto che ci potremmo giocare a “palla pallina dove sei stata”?
Quale mistero si nasconde dentro un uovo di pollo in bagno d’aceto?

Eppure è sperimentalmente dimostrato: tolto il calcio, l’osso non si spezza, diventa più elastico, è resistente alle fratture. Il mistero ce lo ha svelato un vecchio Muratore: ”Se sul muro ci metti solo la calce prima o poi si screpola e si stacca. Il trucco - lui dice - è aggiungere qualche goccia di fissativo, serve per donare anche elasticità!

Quindi, secondo l’esperto a cui abbiamo chiesto lumi, non basta acquistare la calce. “Prima mi serve una vanga per portare la calce”. (La vitamina D è necessaria per trasportare il calcio e per attivarla occorre un pò di sole). Infine, ed ecco il tocco dell’artista, si aggiunge nell’impasto il fissativo. “E poi olio di gomito!

In pratica per l’osteoporosi occorre integrare la dieta con un po’ di Silicio, ne basta poco, una dose non ponderale, in diluizione decimale. La Silica, come Sale di Scuepps in tavolette o in globuli omeopatici, è una buona soluzione.

E poi “Olio di Gomito!” Quando si mette una goccia di olio nel cardine di una porta, poi la muoviamo avanti e indietro perchè penetri uniformemente. La stessa cosa è valida per le nostre ossa e articolazioni.

 

L'Osteoporosi "Consigli"

“Lo scheletro è costituito, come tutti i tessuti connettivi, da silicio ed è elastico. Per rendere l'osso duro e caricabile, vi vengono introdotti dei cristalli di apatite di calcio. Se l'osso diventa friabile, non succede perché manca il calcio, ma perché, in reazione alla scomposizione degenerativa della sostanza ossea del tessuto connettivo, prevale la parte di calcio. Quindi avviene proprio il contrario rispetto a quello che continuiamo a sentirci dire.” (Bodo Köhler, “Le Ossa sono vive”, Scienza&Conoscenza 2013)

"Se una porta di casa tua scricchiola, noi ti diamo l’olio da mettere nei cardini, ma se poi tu non muovi la porta avanti e indietro, l’effetto ottenuto non sarà ottimale".  (Oscar Brilli

Ossa \"Consigli\" - Dieta e Stress

Un Gioco con le Ossa

Prevenzione Osteoporosi

3MinAldì

Artrite reumatoide, Trattamento precoce