Oggi giochiamo a Svuotare il Petto e Riempire i Reni, che è un bel gioco di parole, ma anche un trucco che mi ha insegnato  mia figlia che va scuola di teatro. Insomma: facciamo con la Voce di Petto.

Oggi facciamo uscire la voce, così: “AAAAAAA” Lo so, non è facile, a cacciare la voce così perché ci si sente un po’ ridicoli. Ma a noi che ce ne importa, facciamo finta di cantare e lo possiamo fare di nascosto chiusi al bagno quando a casa non c'è nessuno. Ma tanto perchè dobbiamo sentirci ridicoli se facciamo qualcosa utile per la salute e il divertimento? Ah! I bambini quando stanno avanti! 


Dai, fatemi sentire la vostra voce: “AAAAAAA” . Ditemi da dove viene. Dalla gola? Ok. Ora mettiamo il filo a piombo, facciamo il bambù, affondiamo i piedi nel fango. Questo lo sappiamo già fare. Allora proviamo a sprofondare anche la voce, immaginiamo di farla scendere dalla gola al petto fino a terra, e che magari mi vibra la pancia come un vermicello. “AAAAAAA”

Sentite, facciamolo di nuovo, ma questa volta poggiando i palmi delle delicatamente sul petto. E riffacciamo il gioco della “AAAAAAA” che scende in basso e… fa vibrare il petto. Riuscite a sentire il petto che vibra? Lo vedete il diaframma che scende e la pancia che si gonfia come una zampogna?
“I grandi tenori usano la pancia come una zampogna.”

Gli scienziati dicono che la parola (il fonema) produce sempre un gesto. Significa che è più divertente pronunciare la nostra “AAAAAAA” in movimento. E a noi ci viene subito di allargare le braccia al cielo, di immaginare di essere una tigre che salta o un aquilone che vola. Estendendoci tutti come per abbracciare il sole. “AAAAAAA”

Poi abbassiamo lentamente le braccia, come se avessimo catturato la luna e volessimo portarla all’altezza del nostro ventre. Mentre facciamo questo abbassiamo anche la nostra “AAAAAAA”, quasi a ingoiarla, la luna, che è come se ci riempisse la pancia. “AAAAAAA”

Provateci ogni tanto, mettetevi a parlare con una voce profonda che fa vibrare il petto, anche se sembra la voce di u n orco o di un uomo delle caverne. Qualsiasi frase vi viene in mente, può essere divertente. Imparateo perché questo esercizio è fondamentale per fare il Gioco delle Sette Vocali, perché noi sappiamo che le vocali sono 7 e non 5.

Alla prossima lezione, alla prossima dispensa. Ciao da Dottor Daddo.

 

 Nella figura il Maestro Flavio Daniele, caposcuola della NeiDanScholl

 

INDICE

Dispensa 1 - La postura eretta

Dispensa 2 - Il Filo a Piombo

Dispensa 3 - La Croce di Cartesio

Dispensa 4 - Il Cavallo di Delio

Dispensa 5 - Il Teorema di Lavazza

Dispensa 6 - Il Rinoceronte

Dispensa 7 - La Respirazione Addominale Profonda

Dispensa 8 - Meditazione sui Colori

Dispensa 9 - La Schiena

Dispensa 10 - Il Gioco delle Vocali a Colori

Dispensa 11 - Diminuire il Dolore