Sclerosi Multipla

 

“Il Cantiere della Salute”  invita pazienti affetti da stress e da patologie neuro muscolare (Sclerosi Multipla; Parkinson, Altzhemier incipiente...)  a partecipare ad un progetto di studio clinico denominatoApplicazione del TaiJiQuan nella Sclerosi Multipla”. Il progetto si svolge su protocolli già applicati in USA e in Germania sulle basi del Tai Ji Quan (arte marziale-terapeutica cinese).

Il Corso prevede incontri di 90 minuti settimanali di Pratica Creativa di Consapevolezza (mindfulness) presso le Sale PerlaArmonia del'Hotel Touring di Fiuggi ogni Giovedì dalle 16.00-18.00 / 18.00-20.00.   Gratuito per gli esenti 046, 038, 044 (Sclerosi, Parkinson, Disagi Mentali). Per i disagi psicomotiri da stress anche ogni Mercoledì mattina, ore 10.00-12.00, presso il Centro SM "La Bussola di Ferentino"

 

Giusto un anno fa avevo scritto questa lettera ad una mia conoscente che condivide come me la sua vita con la sclerosi multipla.

Alatri, 22 marzo 2014
Ciao, Francesca!
Ieri ho passato il controllo dai miei neurologi di Roma. Sono felice, perché con un bel sorriso mi hanno detto che il mio recupero è superlativo.Io penso che la felicità vada condivisa anche più del dolore. E poi la mia felicità non è né esclusiva né unica. E non credo nei miracoli. 
Premesso tutto questo, che mi è successo?

 

Test Pilota per il Progetto "Applicazione del Tai Ji Quan in quanto Pratica Creativa di Consapevolezza, nella Sclerosi Multipla"

Dalla bibliografia allegata riguardo esperimenti condotti negli Usa e in Germania, si deduce che “una pratica di Salute che induce la Consapevolezza (Midfulness) porta a sostanziali benefici nei malati di Sclerosi Multipla”. Essa determina un migliore rapporto salute/malattia. Importante è quindi valutare gli eventuali progressi del paziente sia dal lato neurologico, che organico-posturale e psicologico. Nella SM la pratica del Tai Ji Quan ha dimostrato principalmente effetti positivi sull’equilibrio, nonché nella riduzione di ansia e depressione ad essa associate.

 

Il Cantiere della Salute sta elaborando un progetto denominato “Applicazione del TaiJiQuan nella Sclerosi Multipla” che si rivolge al  paziente S.M. per la partecipazione ad una seduta settimanale di 90 minuti in un corso di TaiJiQuan della durata di 3 mesi. L’idea è di realizzare uno studio che abbia valenza clinica per valutare l’efficacia di un’arte di consapevolezza (mildfulness) sulla base delle sperimentazioni condotte in USA e in Germania. La nostra intenzione, in quanto Associazione Onlus, è fornire un servizio completamente gratuito agli esenti 046, 038, 044, con copertura assicurativa e supporto tecnico del Asi Coni settore DBN DOS.

 

O Medico di Famiglia, Medico di Fiducia, comunque il Medico alla Base di una Struttura Integrata per la Salute.
Desideriamo coinvolgerla in un Progetto di Pratica Creativa di Consapevolezza (“mindfulness”) denominato “Applicazione del TaiJiQuan nella Sclerosi Multipla”. Nel condurre esperienze con il Centro Diurno “La Bussola” per il disagio mentale e con l’associazione “Il Cantiere della Salute” per la difficoltà di movimento, abbiamo osservato benefici in pochi mesi di pratica anche in soggetti affetti da Sclerosi Multipla.

 

Molti studi ormai riferiscono il beneficio delle arti pratiche di rilassamento e di ginnastica morbida sulle persone affette da Sclerosi Multipla.
Uno studio tedesco lo ha analizzato e confermato. I risultati indicano benefici nell’equilibrio, nella coordinazione, ma anche sul benessere psicologico

Il Tai Ji Quan è un'arte marziale cinese che combina tecniche di respirazione e di rilassamento profondo con movimenti lenti e aggraziati. In realtà è un'arte di combattimento in cui si cerca la massima efficacia con il minimo sforzo. E quale avversario temibile più di una malattia?

 

"Mindfulness", una parola inglese che può essere tradotta con "Consapevolezza".
Riportiamo la traduzione di una ricerca riguardo la Sclerosi Multipla e il Tai Ji Quan. Da RESEARCH ARTICLE Open Access Mindfulness-based interventions in multiple sclerosis: beneficial effects of Tai Chi on balance, coordination, fatigue and depressionJanina M Burschka, Philipp M Keune, Ulrich Hofstadt-van Oy, Patrick Oschmann and Peter Kuhn.