Questo sito web utilizza i cookies per fini statistici ed informativi, senza raccogliere dati personali. Consulta la sezione Privacy per approfondimenti.

Stampa

 

 Cortisone o Lanzoprazolo. Ok. Quando. Il Signor Gauss ci ha fornito di un ottimo strumento per spiegare il ‘quando’: l’Onda del signor Gauss. La curva gaussiana già ci dice che l’intervento sanitario nei confronti di una malattia consiste in tre momenti: la Prevenzione, quando l’onda è bassa, la Cura, quando disegna un monte o un collina, e la Riabilitazione per ritornare a dove si era partiti. Noi prendiamo in considerazione la parte centrale, la collina, il momento della cura.

Tracciamo ora una linea immaginaria tutta personale, l’asticella del nostro grado di capacità di reazione al sintomo, se il nostro corpo-mente non risponde ai naturali meccanismi di guarigione anche se aiutato con rimedi, se il dolore sta provocando più danni che benefici, è il tempo della terapia farmacologica. Giusto calmare il sintomo, magari con cortisone per la Psoriasi, e con Lanzoprazolo per la Gastrite. Mia mamma Dottoressa Giovanna diceva: “Quando ci vò ci vò”. 
Consiglio: “La dottoressa Giovanna”, i farmalibri, in e-book.

 Prima di tentare con il Cortisone provare con “Calendula” o “Cardiospermum”. Hanno le stesse indicazioni del Cortisone, ma non si oppongono al lavoro di auto guarigione dell’organismo. In più il Cortisone secca la pelle mentre la Calendula e Cardiospermum sono idratanti e cicatrizzanti. Ricordate che dopo aver usato cortisone, dichiarato in qualche modo guerra, toccherà ricostruire il sistema, anche in questo caso Calendula o Cardiosper-mum possono essere di aiuto.
Ricordate che l’uso di Lanzoprazolo non esonera da una dieta appropriata. Gira ultimamente una pubblicità che una signora, una madre di famiglia con tanto di marito e bambini al seguito, sta per acquistare una bella pizza al ta-glio quando ha un attacco di gastrite. Niente paura, c’è il farmaco che ti per-mette di avvelenarti e realizzare il grande desiderio di possedere finalmente una ernia iatale.
Consiglio: “Cardiospermum Unda” pomata, “Calendula Sinergica Pomata” Boiron.

 Perché gli animali quando combattono sentono meno dolore dell’uomo? A proposito di asticella di Gauss consideriamo che gli animali sentono meno dolore di noi uomini. Gran parte del dolore infatti è nell’uomo di origine psichica. La Mente e la Psiche ci creano tensione, durezza. Allora faccio un'altra domanda: perché un uomo ubriaco quando cade non si fa male? La risposta ora è semplice, perché “Il morbido vince il duro”. Di fronte al pericolo e al dolore mai irrigidirsi, ma restare calmi e rilassati, come fa un gatto. “Essere come un gatto in attesa del topo”. Questo è il consiglio della Medici-na Tradizionale Cinese. Noi occidentali abbiamo di meglio: “Essere come un servo in attesa del padrone”. E’ una frase di Gesù, il più Grande tra i guarito-ri, con questa espressione ha inserito un elemento fondamentale: il gatto si muove con l’intenzione di mangiarsi un bel topo, l’intenzione dell’Uomo è una intenzione di Bellezza, “Voluntas Pulchretudinis.”
Prescrivo: “I Vangeli”, canonici e apocrifi.
 Consiglio: “Fiori di Bach”, composizione personalizzata, non più di 4 elementi.

 

 

 

 

  Anche l’Alimentazione è un’Onda. Non mi dilungo sulla dieta, ne avete a bizzeffe, mi concentro invece sulla caratteristica onda disegnata da come noi ci alimentiamo. Anche nel Cibo è come nella curva di Gauss, c’è un apice su e un apice giù, + e -, il mondo è tutto un su e giù, veramente, senza alcuna allusione. Onde lunghe e onde corte, di infinite frequenze, in un continuo girare, l’universo ci mette milioni di anni per fare un giro su se stesso, pulsante, come un immenso polmone. Il nostro giorno è fatto di 24 ore, il nostro battito di appena un secondo. Il nostro organismo la mattina ha bisogno di energia la sera di riposare. Al mattino si abbisogna di sprint, ci occorre Potassio, K+, frutta, ed energia, cereali e carboidrati, che bastino per tutta la mattinata. Il latte meglio evitarlo. Niente zuccheri raffinati, bruciano subito. Zuccheri grezzi, a catena lunga, amidi, canna, miele, malto, magari noci, frutta secca, anche un pò di burro, per chi lo digerisce, con marmellata ai mirtilli. 
Consiglio: Prodotti di coltivazione biologica e biodinamica. O propria.

 A metà mattinata avrò bisogno di mantenere il ritmo, un frutto ci sta bene. Poi concendiamoci pure un caffè. A pranzo amidi, dobbiamo ancora titare a-vanti la carretta. Sul far della sera finalmente si può staccare, inizializzarci al riposo, ci occorre Magnesio, Mg++, 5 mandorle secche, ma biologiche, barrette miele e sesamo, una banana, un frutto che fa sempre eccezione. 
La sera bisogna drenare e ricostruire, Sodio, Na++, verdure, tanta tanta ac-qua, preferibilmente tiepida o calda. Un bel bordino di verdure e prendo due piccioni con una fava. Proteine, se il giorno abbiamo distrutto la notte dobbiamo ricostruire, Zuccheri quanto basta a digerirle. Risvegli notturni verso le 2-3 possono indicare difficoltà del fegato.
Traducendo in Medicina Funzionale: Mattino “Complesso B New Era” (Ka-lium Phoshoricoum, Ferrum Ph, Calcium). Tramonto “Magnesium Phosfori-cum n.11 New Era”. Sera “Natrum Muriaticum New Era” (oppure Sulfuricum se consigliato dal medico in caso di Psoriasi).
Consiglio: Una tisana calda prima di andare a letto, con un buon libro.

 Dopo la cura il momento della riabilitazione, drenare e ricostruire, quindi prima ancora di sospendere Cortisone o Lanzoprazolo o quant’altro, iniziare con la disintossicazione omotossicologia, Gallium (10 gocce per 3) e/o con Lynphomiosot Homaccord (10 gocce per 3). Indicate per la Psoriasi le gocce di PsorinoHell, (10 gocce alle ore 7 e ore 15. E’ un Nosode per tutte le malattie croniche della pelle e nei danni al fegato.)
A proposito di fegato, stomaco, gastrite e reflusso, può aiutare “Hepell” ta-volette (alle ore 9 e ore 17 per disordini primari e secondari del fegato). Se c’è dolore viscerale “Cuprum” Hell tavolette (1x3/6 per spasmi degli visceri cavi con muscolatura liscia). Per ripristinare la funzione intestinale, si usi “DI-GEMZYM AB Disbioline”, un integratore a base di Estratti Vegetali e Fermenti lattici per ristabilire il naturale ciclo giorno-notte di cui stiamo parlando. Una Compressa A la mattina, Una Compressa B la sera. Dovrei parlare di Melato-nina, ma sarà per una prossima volta.

 Suvvia! Ora basta, è abbastanza, ho consumato il pavimento della stanza, dopo una tale carrellata di rimedi, che possono sembrare alternativi, mentre son solo naturali e antichi, non mi resta, cari Amici miei, che tornare a farmi i fatti miei. Ma per concludere però è necessario, al di là di quel che appare immaginario, indicare qual’è il rimedio fondamentale, senza cui si sta vera-mente male. Il rimedio il più forte e il più efficace, che chi non ce l’ha non si da pace, infatti chi non ha orizzonte, chi non sa la via, sarà costretto ad esser lui stesso malattia. Allora, andiamo, sotto a chi tocca, che ognuno abbia la sua filastrocca. Forse tra i rimedi basta questo, è cifra piena e non da resto.

 

Psoriasi o ernia iatale
in fondo non si sta male
è un fastidio tutto mio
che agli altri ci pensi Dio

 Se poi, io, mi stranisco
una pillola di Stralisco
Se son nel buio più nero
allora uso T con zero

 Non esiste altra via
la vita stessa è malattia
incredibile meraviglia
o la godi o ti si piglia

 

Aprile 2014