gli studi

 

Dove nasce il fonema? Dove nasce il gesto?” Nella primavera del 2005 un artista, un poeta e un farmacista, con la scusa di una tesi di laurea, si sono incontrati per tentare una risposta a questa semplice domanda. Una ricerca che ha analizzando il gesto dell'arte, unendolo alle più recenti acquisizioni di neuro-plastica e alla antica pratica del Tai JiQuan ha evidenziato la assoluta importanza dell'arte nell'azione farmacologica. 

 

Il gioco è evoluzione
Il parametro scientifico più importante per stabilire il grado dell’evoluzione del mondo è il gioco.

Il gioco significa creatività, progetto, evoluzione. Nelle pietre e negli animali inferiori il gioco non esiste, più si sale nell’evoluzione più il gioco aumenta la sua importanza. Sembra che le formiche giochino a fare il girotondo, le api e le farfalle che giochino coi fiori, le lumache a chi arriva prima. Con le scimmie il gioco comincia ad essere veramente importante, ma ancor di più per i bambini, perché il gioco è un mezzo per fare esperienza della realtà interna ed esterna, sia fisica che relazionale.

.

Nei locali di MusicApolis ad Alatri, lezione intensiva di postura e movimento utile a tutti i colleghi e operatori costretti a lavorare in piedi e a brevi passi veloci tutto il giorno.

Le regole fondamentali di postura fisica equivalgono anche ad una corretta postura mentale, e tutti sanno quanto ne abbiamo bisogno: Il nostro lavoro si è trasformato in rogne e fatica. La fatica a lungo fa male.
Come difendersi? Cambiare testa, d’accordo, ma ognuno è affezionato alla testa che ha. Quindi allenare la nostra naturale abilità di «fare meno fatica per ottenere la massima efficacia», trasformare ogni movimento in gioco terapeutico e preventivo Questo è l’argomento della lezione “propriocettiva” del Maestro Delio Murru il 25 Venerdì dalle ore 21.00 alle ore 23.00.

...
Può sembrare assurdo, lo è, tutto è iniziato da una filastrocca. «C’era una volta Fata Ricotta che aveva una calza rotta…» Era l’anno 2000 e studiavamo le filastrocche per approfondire il problema della iperattività nei bambini e contrapporci all’uso sconsiderato del Ritalin (barbiturici e anfetamina) proposto allora come protocollo. Pubblicammo così «Le Filastrocche di Fata Ricotta». Nacquero «i farmalibri», un gruppo di studio per la educazione alla Salute formato da farmacisti, medici e artisti.

.

«Le Arti, il Disagio, la Salute» Laboratori Esperienziali 25/26/27 maggio a Fiuggi, Ferentino, Frosinone, Alatri.

«La Grammatica del Movimento»: Come trasformare un gesto 'qualsiasi' in un gesto artistico, marziale, terapeutico in ogni tipo di disagio psico-motorio-relazionale. Non importa cosa si fa, ma come lo si fa: e regole della grammatica sono sempre le stesse Tai Ji quan, Baguà Zhang, Disegno Sinestetico, Globalità dei Linguaggi, Danza terapia, Tango terapia, Teatro eccetera, ogni arte sarà rappresentata senza alcuna distinzione tra disagio e presunzione di normalità.

.

Si è svolto a Fiuggi il 5-6-7 novembre 2010 il primo incontro-seminario sulle Strategie di Azione Corporea nel Deficit di Movimento, organizzato dalle Associazioni "I Farmalibri", "Il Cantiere della Salute", "Global Art" e “Associazione P.M.C” di Vicenza in collaborazione con la Farmacia Olistica di Fiuggi, i Comuni di Fiuggi e Ferentino, la Proloco di Fiuggi.


Questo è il Menu del Cantiere al Centro “La Bussola” di Ferentino. I nostri amici vari e mezzi matti, invitati a ricordare i giochi più belli realizzati nei nostri incontri, hanno lanciato l’idea: “Scriviamoli”. Così abbiamo fatto un manifesto, che si è rivelato ausilio utilissimo alla pratica. Ogni mercoledì mattina infatti ci si avvicina al manifesto e si scelgono, più o meno democraticamente, tre ‘piatti’. Al maestro spetta stabilire la sequenza. Si fa il saluto e si comincia, convinti tutti che quel che si sta facendo è scelto direttamente dallo studente.

Incontro con il Maestro Delio Murru ad Alatri

Per tre giorni abbiamo avuto ospite il Maestro Delio Murru, l'intenzione primaria era fare un po' di vacanza, ma tutti volevano conoscerlo. In verità molto spesso lo avevamo citato con gli amici, così l’incontro si è trasformato in una continua lezione di Arte Interna del Combattimento Istintivo. Conoscendo la generosità di Delio tutti  hanno ricevuto un buon insegnamento.

Maestro Delio ha dato i suoi consigli non solo ai praticanti di CantiereSalute, anche ai nostri amici del Centro “La Bussola”, alle amiche del GruppoSclero, ai giovani di Alatri con l’arte del bastone e si è persino intrattenuto a ‘ballare’ con i ragazzi della BreakDance. Il tutto nella cornice delle Mura Pelasgiche di Alatri e del piccolo monastero di San Benedetto a Torre Cajetani.

 

"Artearsi per Giocare" si è dimostrato un metodo ripetibile senza ricetta medica.

L'esperienza di MusicApolis ci ha dato conferma che 'lavorare insieme' in una sorta di Rete sopntanea è possibile ed auspicabile. La tecnologia, anche se si è espressa in maniera sobria, era onnipresente. Non so quanti metri di cavo ci hanno permesso di fare musica, cinema, video, danza, teatro… Nessuna arte si produce automaticamente senza la conoscenza tecnica dello strumento. Che sia un corpo, una chitarra o un pin jack, l’apprendimento di un’arte porta in seno gli stessi principi. (8 per il corpo, 5 per la mente, 3 per l’Energia.) Non importa quindi quale Arte si pratica, importa la Pratica acquisita propriocettivamente e la esattezza tecnica.