L’incipit di ogni terapia: «Solo l’immaginazione potrà salvare il mondo»
(Giacomo Leopardi) .

“I farmalibri” è un gruppo di studio formato da farmacisti, medici e artisti, con l’intenzione di studiare i mezzi per una corretta Educazione alla Salute. È nato nel 1978 a seguito della pubblicazione della legge 833 (Riforma Sanitaria) che impone "la formazione di una moderna COSCIENZA SANITARIA sulla base di un’adeguata EDUCAZIONE ALLA SALUTE del cittadino e delle comunità...” (!!!! SIC)


Dal 1978 al 1986 il Gruppo conduce una ricerca sperimentale presso la Farmacia Cataldi Giovanna grazie alle indicazioni del Professor Alessandro Seppilli (CSES Università Perugia) e Marcello Marchetti (Univ. La Sapienza) utilizzando Tazebao. Volantini, Foto, Mostre, Cartoline… rivoluzionando l’approccio della Farmacia Moderna (Congresso UTI-Far di Trieste 1983) e ricevendo il Premio Nazionale Educatore Sanitario nel 1985.

Nel 1986 accadono tre eventi fondamentali

1) Un tragico incidente priva il gruppo di un elemento determinante (Un saluto e un ringraziamento a Paolo Carcano),
2) all’ONU viene firmata la Carta di Ottawa in cui tutti gli Stati si impegnano solennemente ad operare al progetto “Salute per Tutti  entro l’anno 2000” (!!!! SIC), e definisce la Salute come “Dinamico Equilirio CorpoMenteAmbiente» in quanto entità connesse e inscindibili (!!!AriSIC!) 
3) durante la ricerca scoviamo una frase di Ippocrate che indica la strada prioritaria da percorrere:
«Le terapie fondamentali sono tre: Quello che mangi, quello che bevi, e gli esercizi che fai.»

L'attenzione si concentra sul terzo elemento: QUALI ESERCIZI? (Sulla Dieta la porta è aperta, sulla “Disintossicazione”… Aoh! Siamo a Fiuggi e cosa meglio della nostra acqua?).
Ippocrate diceva “Esercizi”, ovvero “Tekné” che i romani tradussero con "Ars". Ecco allora che il fondamento di una qualsiasi attività per la Salute è innanzitutto ARTE. (Infatti “dove c’è l’Uomo non c’è solo scienza”, altrimenti occorrerebbe escludere l’elemento Uomo, cosa peraltro che sta accadendo visto che oggi viene ritenuto una mera sommatoria di organi, cioè un Replicante. Di nuovo SIC!)

«L'Arte è un mezzo per raggiungere un fine, che è la Salute, che a sua volta è un mezzo per raggiungere il bene supremo: la Felicità» (Aristotele) .

La abilità fondamentale dell'Uomo Sano è la INTENZIONE DI GUARIGIONE e quindi il suo strumento è la IMMAGINAZIONE. Il primo ESERCIZIO diventa la Lettura e il Disegno, IL PRIMO MEZZO, cioè il primo farmaco, è il LIBRO. Nel 1991 pubblichiamo un romanzo per ragazzi con la NER di Gabriella Armando "Gin Aureo Stafilococco", nel 1995 "Hwa La molecola innamorata" scritta con i ragazzi di Quinta Elementare, nel 2000 "Le Filastrocche di Fata Ricotta”.

Nascono così "i farmalibri”.

Arte è innanzitutto Arte del Corpo
Educazione è Conoscenza
Salute è Consapevolezza

“L’Uomo è l’unico animale che cammina su due gambe, piedi a terra e tetsa tra le nuvole.”
Purtroppo abbiamo perso ricordo della nostra antica "Teknè To Biou”, per fortuna in Cina di famiglia in famiglia è stata tramandata  l’antica arte del TaiJi NeiDan (Alchimia Interna del Principio Supremo). Studiamo allora il TaiJi Quan presso la NeiDanSchool di Bologna (M.George Guo Ming Xu, M.Flavio Daniele) Nel 2007 diventiamo Istruttori CONI e fondiamo il Cantiere della Salute (Scuola di formazione Grammatica del Movimento ADCS onlus ASI DBN DOS). Sempre nel 2007 nasce il sito www.farmalibri.it. (Attualmente 4000 visite al giorno)

Operiamo in tutte le forme di DISAGIO PSICO-MOTORIO (che ormai riguarda il 70% della popolazione mentre solo il 5% ne è consapevole) Collaboriamo con il Centro Diurno di Salute Mentale “La Bussola” di Ferentino, (Via Casilina 3620), operiamo con la Patologie Neurodegenerative (come Parkinson e Sclerosi Multipla), nel 2014 siamo stati riconosciuti Università Popolare Giocosa Arte per l'applicazione dell'Arte nella Educazione alla Salute. (CNUPI)

Siamo sempre più convinti che per operare con efficacia per la Salute di Tutti occorra fare Rete e che la Salute sia essenzialmente CONDIVISIONE .
“Una cellula che si mette in concorrenza con le altre viene scientificamente definita tumorale”.
Visto che purtroppo le Istituzioni stanno abbandonando il territorio, e la Educazione Civica, Ambientale e Sanitaria non è nemmeno materia scolastica, riteniamo che l’unica possibilità di difesa sia fare Rete tra Cittadini Consapevoli, Libere Associazioni e Piccole Imprese all’avanguardia.

Come diceva Ippocrate “La Medicina o è complementare o non è”

 

i libri dei farmalibi

Farmacia Olistica Cataldi Carcano

Il Cantiere della Salute

Via Casilina 3620

 

       1983 JOGGING

  

1978  PASOLINI

2015

2015 IL dolore cronico

FEBBRAIO  2016   Artearsi per Giocare

 

Natale 2016 farmacia splash

Natale 2016  con la Bussola di Ferentino

1985  Editoriale di Alessandro Seppilli dedicato al lavoro dei farmalibri

 

2007  Disegno e Salute

2016 Il Blog di Oscar Billi

2015 Le Dispense di Salute

2007 Globluletto rosso