Grazie ad una donna capace di perdono, sacerdotessa tantrica, apparsa come una fata dalla pelle di giada, che gli spiega il segreto dei quattro elementi, delle otto posture e dei sessantaquattro orgasmi, l'uomo comprende come la sessualità, e non il sesso, sia la più sublime pratica di meditazione. "Lui la spiaggia lei onda, lui la prua di nave e lei il mare, lui serpente che striscia e lei terra, lui picchio che becca il seme lei ciotola, lui il falco che scende in picchiata  lei la preda, lui un rapido topo e lei la tana, lui il sasso e lei lo stagno, così via per 64 combinazioni diverse."

Un neutrino si trovo all'interno di un buco nero, o forse ne era uscito? Noi ci siamo dentro o fuori? E' reale la realtà, magari reali ma non vera, ma ormai fuori in qualche modo dal buco, rivelazione sul settimo scalino mentre scendeva in cucina in una notte buia e tempestosa senza più corrente elettrica, fuori da quel buco nero in cui da sempre si è rinchiusi, ritrova infine una lei con cui aveva espresso tutta la sua violenza e presunzione del maschio, una lei madre donna amante maestra tantrica capace di perdono e di aiuto, così infinitamente insieme in un infinito e mezzo, nel luogo non luogo senza né tempo né spazio, così che in racconto quantico non è mai stato possibile mettere il punto.

 “Sarebbe bello se a metà del gioco qualcuno dicesse: “Fermi tutti, punto e a capo.” Ma questo accade solo in una fiction, e quindi nella realtà che in fisica è solo tale. In natura, ahimè, non esiste ‘punto e a capo’, tutto è fluido e continuo, a suo modo eterno, un mare dalle mille onde che vanno e vengono ma sono sempre la stessa acqua.”

 

CLICCA QUI

PER ENTRARE NEI MIGLIORI WEB STORES