le arti


Arte deriva da una matrice indo-europea, are o re, che significa adattare, aggiustare. In Grecia diventa Artuo, che significa articolare. Nell’antica Roma la parola è ars - artis, che significa modo di fare o modo di essere. L’Arte è Pratica e Intenzione. A dimostrazione di ciò basta guardare la parola latina che ad Arte si oppone: iners -inertis, che significa senz’arte, inabile, inerte. L’inerzia è infatti il male peggiore per la nostra creatività.

 

La depressione è di più di sentirsi tristi, una mania maniacale che non ti lascia mai, per mesi per anni ti fa trascurare la vita e ti fa pensare al suicidio. Tutti hanno una giornata storta e si sentono depressi, ma per tutta la giornata per più giorni per mesi per anni senza interesse e senza piacere, sempre giù, ci si sente stanchi, il senso di tristezza opprime, non sei capace di sentirti felice.

 

“Nulla di nuovo qui si dirà, né per la composizione ho particolare abilità. Non immagino quindi di riuscire utile agli altri. Ho composto questo per profumare la mia mente.”

La “Guida al sentiero buddista” di Shantideva inizia così. Questa frase mi ha costretto a considerare che tutto quel che ho scritto finora, con la scusa della ‘Educazione alla Salute,’ risponde semplicemente ad un mio personale bisogno di medicazione.

 

Inseriamo volutamente  l’Educazione alla Salute nella categoria dedicata a Le Arti. L'Educazione infatti, dal latino "e-ducere", cioè "tirare fuori", è il ponte perfetto tra Scienza e Pratica.

Ma attenzione, costruire un ponte è talmente difficile che colui che era in grado di farlo veniva un tempo chiamato "Pontefice".
Medici, farmacisti, insegnanti, genitori, hanno tra le loro mani una opportunità stupenda: comunicare Salute. E questa è Arte.

“L’uomo saggio del 2000 dovrà saper fare tre cose:
rammendare i pedalini,
fare le radici quadrate a memoria,
raccontare le barzellette.”

 

Quale è  simbolo è più antico del mondo? Quello più semplice. Bastò tirare una linea verticale e incrociarla con una linea orizzontale. Eppure un simbolo così semplice ha in sé significati universali.

 

Confesso: a me piace scrivere con la penna perché posso ricordare il momento in cui l’ho scritto, se stavo passeggiando, se ero al tavolo, in auto o seduto in bagno, se ero calmo o se andavo di corsa. Il quaderno conserva l’emozione, la sorpresa, la rabbia di quel momento, un accessorio 'uomo' che il mio computer non conosce.

 

Un Work Shop di Suminagashi, Montese 2014 con Eva Incocciati

Suminagashi, significa “l’arte dell’inchiostro fluttuante”, è un’antichissima arte giapponese praticata intorno all’anno presso la corte dell’imperatore giapponese. Un tecnica dalla raffinata eleganza che fa dell’acqua il suo elemento essenziale, coi colori che si espandono sulla sua superficie e “trasmettono un senso di pura connessione con il mondo”.

 

"Siamo stanchi di diventare giovani seri, o contenti per forza, o criminali, o nevrotici: vogliamo ridere, essere innocenti, aspettare qualcosa dalla vita, chiedere, ignorare. Non vogliamo essere subito già così senza sogni."

 

Piccolo Glossario Olistico:
Olistico, Partecipazione, Informazione,Salute, Educazione alla Salute.
 

Olistico. ‘Olis’, dal greco, significa ‘tutt’intero’, ‘totale’ ‘globale’. La scienza definisce il termine con “lo studio di fenomeni e sistemi complessi con un approccio interdisciplinare e globale”. L’Olismo si propone di studiare l’intero, sia usando la metodologia di “studiare separatamente le componenti di un fenomeno”, sia nella metodologia analogica propria dell’arte, cercando cioé di comprendere il fenomeno nella sua globalità.

 

A forza di studiare la Medicina Tradizionale Cinese e cercare di intendere la Fisica Quantistica, ho finito per credere che le coincidenze non avvengono per caso.
Ma ammettiamo pure che lo sia: Alberta Mantovani racconta come, nella Primavera del 2001, sorseggiando una bibita con Christian Boiron, nacque l'idea di Omeoart.
Ho immediatamente ricordato come, nella Primavera del 2001. prendendo un caffè con Eva Incocciati, nacque l'idea di Fata Ricotta, pubblicata poi in dicembre e che dette inizio all'avventura de i farmalibri.

 

Conosciamo il dottor Christian Boiron perché titolare di una ditta di Omeopatia, ma è anche uno scrittore di saggi sulla felicità, un praticante di Tai Ji Quan e un cultore di Arte. Tanto che, insieme a colleghi ed artisti ha fondato una associazione denominata OmeoArt, il cui intento, in una meravigliosa sintesi, è già inscritto nel nome.

Riportiamo allora un suo intervento che chiarisce lo stretto legame esistente tra Medicina e Arte.

 

“MAD AS A KING”, di Eva Incocciati. Quando le chiesi un disegno per la copertina per “Il Viaggio del Signor Ernesto” mi disse:“Matto come un re”. Forse è giusto così: per affrontare un percorso occorre essere mezzi matti e mezzi re.

Sottocategorie