Applicazione delle pratiche artistiche nella elaborazione del dolore

il 7 febbraio 2016 presso la sede di MusicApolis ad Alatri si è svolto l’evento “Artearsi per giocare” dedicato ai trenta anni dalla scomparsa di Paolo Carcano, optometrista e musicista, che nel 1984 lo aveva proposto nel teatro comunale di Fiuggi. All’evento hanno partecipato varie associazioni creando così una rete spontanea di solidarietà con diverse competenze.

L’intenzione di UP CantiereSalute ei di MusicApolis è stata di approfondire la ricerca sulle “Artiterapie applicate alla Educazione Sanitaria”. Ora è nostro compito analizzare l’accaduto con un’ottica ‘scientifica’ e ‘sanitaria’ dal momento che, benché a distanza di 30 anni, si trattava di una ricorrenza non gradevole, ovvero della elaborazione di un lutto, quindi riguardava direttamente il nostro studio sul dolore. (Dolore Cronico)

Il nostro scopo è comprendere quanto l’evento in oggetto sia risultato coerente con i principi di una corretta Educazione alla Salute e valutare come un’attività artistica possa trasformare un trauma in opportunità, cioè rispondere alla funzione propria del dolore stesso. <
br/> Progetto collaborativo svolto con le associazioni culturali del territorio, tra cui CantiereSalute e MusicApolis. dalla Farmacia Olistica di Fiuggi, dal Centro psico-sociale “La Bussola” di Ferentino, dal GruppoSclero di Fiuggi ed altri, coordinati dalla U.P. GiocosArte, i farmalibri. Progetto rivolto a tutti coloro che desideravano onorare il ricordo di tutti i giovani scomparsi prematuramente.
Il lavoro progettuale è consistito nel mettere in armonia diverse potenzialità e competenze per poter poi lasciar libera la successione degli eventi. Ad esempio nella sala Musica tutti, se competenti, potevano inserire il loro spinotto e intervenire nel concerto con il suo strumento o la sua voce. L’obiettivo chiaro e prestabilito era semplicemente “stare bene nel ricordo di un dolore condiviso.”

Contenuti  riservati agli Utenti del Centro La Bussola, ai soci di CantiereSalute e agli amanti delle Artiterapie.

Si prega di non divulgare se non per scopi  didattici.