Questo sito web utilizza i cookies per fini statistici ed informativi, senza raccogliere dati personali. Consulta la sezione Privacy per approfondimenti.

Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


MEGLIO TARDI CHE MAI
Cara OMS, mi congratulo vivamente per la Tua esilarante scoperta. Non me la aspettavo, dal momento che sono millenni che la cosa è ben risaputa.
Però nel Tuo approccio c'è un errore, alquanto grave per chi ha definito (70 anni fa, Yalta 1948) la Salute come Equilibrio.

Tu dici: "Danza e Musica fanno bene a stress, depressione e persino al Parkinson ". Ma va là!


Dovresti sapere (ma tu lo sai, anche se fai finta di niente) che l'Arteterapia, DanzaMovimento, Musica, Disegno, vanno all'Origine del disquilibrio Corpo-Mente-Ambiente (discrasia) che genera individualmente la Malattia (È la base della MTC, e le Arti Interne Cinesi lo dimostrano da secoli)
Significa che ognuno si ammala come gli pare, dirige Energia 'negativa' verso il suo proprio Organo Bersaglio.

La Danza, come l'agopuntura la devia verso l'Esterno e mette in moto quella che Ippocrate chiamava "Vis Medicatrix Naturae', la forza naturale di guarigione, come fanno gli animali. Significa che la Medicina va prima del Sintomo, che osservare il finale di un processo di malattia e dividere essenzialmente parkinsoniani dai depressi, sclerotici dai diabetici, e studiarli separatamente costringendosi a ghetti mentali non è granché scientifico.
Pubblicheremo su www.farmalibri.it una Rassegna Bibliografica su 450 studi in cui i risultati della Applicazione del TaiJi Quan nella Sclerosi, Parkinson, Ansia, Traumi, Depressione eccetera eccetera rilevano identiche percentuali di miglioramento. Come sarà? Perché non c'è differenza? Eh, cara OMS!!??