BLOG

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva



Stamattina mi ha chiamato Consuelo - "R.C.F." che stava citando in diretta una frase di Giacomo Leopardi, «L'immaginazione salverà il mondo», che anche io avevo postato nel marzo del 2015. Questo mi ha ricordato quando una volta, al teatro comunale, in diretta, Consuelo mi prese letteralmente in castagna.

Consuelo ha una memoria da elefante e con l'approccio del giornalista sta sempre sul pezzo, mentre io devo sempre elaborare per tempo. Anni prima avevo pubblicato sul "Giornale Fiuggi"  un articolo che iniziava con una frase allora di moda: «Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito."

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva


Stiamo facendo gruppo con la pagina su www.facebook.com chiamata @StayaCasaSocialLive in cui si sta sperimentando un vera e propria attività di arte-terapia su web. Tutti possono partecipare, tutti possono essere #creaTTivi. Ti aspettiamo. 

"Stanno cambiando i tempi e il Coronavirus ci ha colto tutti di sorpresa costringendoci ad una segregazione che non è solo fisica, è ancor di più psichica e relazionale. Anche noi, nel nostro piccolo, ci siamo posti il problema, senza trovare un bandolo alla matassa".

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Caro marito, rispondo volentieri alla tua lettera, anche se rischio di sembrarti un po' scurrile.
Tu hai ragione, anche a me non va di strillare da una stanza all'altra che poi tutti i vicini sentono tutto. Anch'io devo dirti qualcosa di molto riservato.
Tu hai ragione a darmi ragione: tu in qualche modo sei impotente.
Tu mi chiedi: "Come si fa quella cosa lì a distanza di un metro? Come si può a partecipare all'aumento demografico? "
Posso risponderti, ma un po' mi vergogno.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Cara moglie, scusa se ti scrivo, ma non mi va di strillare da una stanza all'altra che poi sentono tutti i vicini. Quel che devo dirti è cosa delicata. Ma non mi va di parlare ancora col cellulare, da una stanza all'altra, mi brucia l'orecchio e poi si finisce sempre per litiga'. Allora ho deciso: ti scrivo. Perché quel che voglio chiederti è cosa molto delicata. Una questione demografica. Un po' mi vergogno. Mi scuserai se posso sembrarti scurrile.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dalla Cina il moderno Saluto Globale. Il Coronavirus  sta mutando le nostre abitudini. Anche riguardo il Saluto. Quando ci si incontra meglio non stringersi la mano. Come salutarsi? 

 L'uso di stringersi la mano discende dal far vedere all'altro che si è disarmati. Lo stesso risultato possiamo ottenerlo col Saluto Cinese che ha un chiaro significato: «Io ti mostro il mio Cuore», insomma è lo stesso: non sono armato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Il Tai Chi è uno stile di arti marziali cinesi ed è noto per i suoi benefici per la salute.
Un medico cinese in tuta ignifuga insegna ai pazienti con coronavirus le arti marziali per mantenerli attivi durante la quarantena. Afferma che l'esercizio può aiutare i pazienti a rimanere attivi e ottimisti. Così gli operatori sanitari cinesi hanno iniziato a insegnare ai pazienti con coronavirus le arti marziali.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tra la postura del Bagua Zhang e quella di Tango c'è poca differenza, il passo è lo stesso, anche l'intenzione: entrambi mirano a stendere l'avversario.

Non sono pratiche semplici, ma iniziare è divertente, ancor più perché la postura e il passo si accompagnano al contatto. L'apprendimento propriocettivo è fondamentale in entrambe le pratiche.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva



Mi dicono che fanno fatica a comprendere, che sto trenta anni avanti.
Io penso che 'comprendere' sia sempre una gran fatica, che l'evoluzione non sia mai gratuita, che la vita non sia una App. Ovvero: ognuno deve farsi la sua App, applicare a suo modo le risorse che ci ha dato Madre Natura. Non è facile, ma non è difficile.

Sottocategorie