Era il dicembre 1978 quando in Italia fu promulgata una legge rivoluzionaria, la prima al mondo che acquisiva la definizione di Salute della OMS a Yalta nel 1948: «la Salute non è assenza di malattia. ma uno stato di completo benessere psico-fisico-relazionale». In quelle due parole "completo benessere" veniva inteso qualcosa di irraggiungibile, intendeva un orizzonte verso il quale dirigersi, una finalità sancita per legge.

"Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale S.S.N.". Tutti gli operatori sanitari erano messi in rete per "favorire una moderna coscienza sanitaria sulla base di una adeguata Educazione alla Salute".


"3 minuti al giorno di movimento consapevole è di fatto un farmaco." Questo rilevano molti studi clinici sull'argomento. Allora nel nostro Mortaio  abbiamo miscelato Le Arti interne di Medicina Tradizionale Cinese, le attività di Arte-Terapia occidentale e un po' di Medicina Ippocratica q.b. a 100. (Il tutto nell'attuazione del dettato della legge 833/78 e della Cata di Ottawa OMS 1986). Abbiamo quindi 'sintetizzato' un farmaco di nuova e antica generazione, unico nel suo genere, efficace all'80%, senza controindicazioni ed effetti collaterali, Ecco i Riti di Salute.

  

L’uso del corsivo non è più di moda, a scuola lo si insegna sempre meno e i nostri ragazzi stanno diventando super-robot-mono-dita, eppure i movimenti fini sono indispensabili alla salute mentale e allo sviluppo cognitivo dei bambini. Guardate attentamente l’illustrazione.

Si chiama 'homunculus corticale’, è la suddivisione della corteccia cerebrale sotto forma di mappa per rappresentare lo schema corporeo dell'uomo. Le dimensioni e l’ordine delle diverse parti dipende dall’ampiezza del tessuto cerebrale motorio ad esso dedicato.

Per l’insufficienza venosa cronica il trattamento fitoterapico si è rilevato un valido supporto grazie all’utilizzo di piante contenenti Flavonoidi e Antocianidine, che esplicano un’azione antinfiammatoria, antiossidante e vaso protettrice.

L'insufficienza venosa è una patologia che può insorgere con sintomi più o meno gravi, sia nell’uomo che nella donna.