Home

Ti dicono che oggi bisogna essere multitasking, cioè di fare più cose contemporaneamente.
LASCIA STARE che è una FAKE. Per allargare la vita cerca di fare una cosa alla volta.
Te la fanno difficile perché è troppo semplice.

Eccoti 3 dritte:


Medici&Farmacisti&Santoni: ecco perché sono rimasti ad un secolo fa

Il mio gatto lo sa molto bene, l’osservo quando salta sul tavolo, l’uomo un po’ meno, generalmente non fa di questi salti. La maggioranza di medici, farmacisti e santoni dimostrano di non saperlo affatto, forse perché non perdono tempo ad osservare un gatto, tantomeno a giocare ai salti. Eppure è scientificamente acquisito che ogni movimento è prodotto da tre elementi interconnessi e che basta l’assenza di uno perché l’azione non avvenga. Concetto efficacemente tradotto in Medicina Tradizionale Cinese con la formula: Yi-Qi-Lì.

  

L’uso del corsivo non è più di moda, a scuola lo si insegna sempre meno e i nostri ragazzi stanno diventando super-robot-mono-dita, eppure i movimenti fini sono indispensabili alla salute mentale e allo sviluppo cognitivo dei bambini. Guardate attentamente l’illustrazione.

Si chiama 'homunculus corticale’, è la suddivisione della corteccia cerebrale sotto forma di mappa per rappresentare lo schema corporeo dell'uomo. Le dimensioni e l’ordine delle diverse parti dipende dall’ampiezza del tessuto cerebrale motorio ad esso dedicato.


Ottime notizie per tutti i batteristi (e penso a tutti quelli che tra danza e musica giocano con il ritmo). Un recente studio pubblicato su Brain and Behavior*  dimostra una struttura cerebrale, meno fibre ma più spesse.

Dunque: 24 soggetti facevano parte di un gruppo di suonatori (10 ore a settimana) e 24 di non suonatori. Analizzati attraverso tecniche specifiche, i risultati sono entusiasmanti (per i batteristi, ma immaginate i neuroni di Stingche si prestò ad una ricerca 'suono/cervello').


Il Tai Chi è uno stile di arti marziali cinesi ed è noto per i suoi benefici per la salute.
Un medico cinese in tuta ignifuga insegna ai pazienti con coronavirus le arti marziali per mantenerli attivi durante la quarantena. Afferma che l'esercizio può aiutare i pazienti a rimanere attivi e ottimisti. Così gli operatori sanitari cinesi hanno iniziato a insegnare ai pazienti con coronavirus le arti marziali.


«La Diversità è Bellezza, io ne faccio Arte»
La Mission di Ivan Cottini è "Dimostrare sempre più chiaramente che la mente non conosce disabilità. E Ivan lo ha "chiaramente" dimostrato alla serata finale di Sanremo. 
Da Urbino, 35 anni, "balla con la sclerosi multipla", diagnosticata ormai da 8 anni, ha deciso di "non lasciarsi scippare il futuro dalla malattia". E sabato si è esibito all'Ariston, ospite alla finalissima di Sanremo, con Maria Bernardi, sua compagna di viaggio. «Un solo messaggio: la diversità è bellezza ed è un valore aggiunto per la società