Caro bambino, caro genitore,
grazie per la fiducia dimostrataci e nell’aver questo scelto gioco 
Perché è importante giocare?
Il gioco non è un passatempo, è un lavoro, un’attività principale poiché attraverso questo il bambino impara e quindi, giocando, cresce.

Giocate con loro, non lasciateli soli con un videogioco.


Caro Daniele, perché trumpete, perché “réjouissance”
Per me la creazione poetica ed artistica più in generale ha a che fare con il piacere: il poiein greco è imprescindibile da un godimento dell’animo. Ecco perché la poesia che tu hai scelto reca la parola “réjouissance” dopo i due trumpete di chiara origine onomatopeica e marziale.

Uomo pensante o animale istintivo? Poeta pensante o Poeta istintivo? Come intendi tu il discorso dell’istinto umano che spinge alla creazione artistica e, nel tuo specifico, poetica?
Io non parlerei tanto d’istinto.

 

Quando una parola diventa poesia, quando un gesto qualsiasi diventa arte?
La storia che dobbiamo tracciare forse è diversa da quella cronologica, perché nella Poesia e nell’Arte gli stessi concetti di spazio e tempo si fanno relativi, come se fossimo in una ‘quarta dimensione’. Fino a che punto infatti può esserci di aiuto tracciare, sia pur sinteticamente, la storia della poesia e dell’arte, dalle origini dell’uomo fino ad oggi, quando la maggiore difficoltà consiste proprio nel ritrovare le origini di quel pizzico di energia che ancora oggi si fa verbo e gesto?

 

Dove nasce il fonema? Dove nasce il gesto?” Nella primavera del 2005 un artista, un poeta e un farmacista, con la scusa di una tesi di laurea, si sono incontrati per tentare una risposta a questa semplice domanda. Una ricerca che ha analizzando il gesto dell'arte, unendolo alle più recenti acquisizioni di neuro-plastica e alla antica pratica del Tai JiQuan ha evidenziato la assoluta importanza dell'arte nell'azione farmacologica. 

 

Il gioco è evoluzione
Il parametro scientifico più importante per stabilire il grado dell’evoluzione del mondo è il gioco.

Il gioco significa creatività, progetto, evoluzione. Nelle pietre e negli animali inferiori il gioco non esiste, più si sale nell’evoluzione più il gioco aumenta la sua importanza. Sembra che le formiche giochino a fare il girotondo, le api e le farfalle che giochino coi fiori, le lumache a chi arriva prima. Con le scimmie il gioco comincia ad essere veramente importante, ma ancor di più per i bambini, perché il gioco è un mezzo per fare esperienza della realtà interna ed esterna, sia fisica che relazionale.