Con l'arrivo di Covid ho perso la Bussola.
Non scherzo. Da una decina di anni ogni settimana andavo a trovare gli amici ospiti del Centro Diurno ASL di Ferentino, prima come istruttore di Tai Ji salute, poi come Arteterapeuta (volontario), infine come amico ospite mezzo matto.

Il nostro slogan era: "« A noi nessuno può dirci che ci dobbiamo ricoverare, siamo già ricoverati.»

Insieme avevamo istituito un Art Point, una sala palestra vicina al Centro messaci a disposizione dal Comitato Pontegrande.
Una mattina a settimana facevamo RADIO CAGA (La Radio che fa cagare, perché l'Opera è il Processo, non il Prodotto). Il nostro metodo era: «Se diverte noi può anche divertire gli altri».

Si praticava, si danzava, si disegnava, si faceva teatro. Si faceva Arteterapia che prima di tutto è "Setting, Gruppo, Gioco", come d'altronde la vita.
Poi è arrivato il Signor Covid, tutto si è fermato.
Mi mancano tanto gli amici del Centro, ma manca la cosa che a loro serve di più: Comunità, Movimento, Relazione.
Ed io "ho perso la Bussola".

Gabriele Daddo

Art Pont Radio Caga

Indice Racconti di Resilienza