Lui era in prima media, lei in quinta elementare, l'istituto era lo stesso, stesso il giardino, e in fondo cespugli di more e ginestre gialle in primavera. Li si ripararono, in una intimità conquistata di ricreazione. «Se ti mostro il mio fringuello, tu mi fai vedere la tua passera?» Disse lui tronfio come un attore in tv. Lei si calò le mutandine, era pura, era glabra. Fu l'entusiasmante scoperta di una diversità, quando ancora si voleva credere alla Befana, quando si andava a letto dopo Carosello e l'ingenuità apriva porte di conoscenza. Lei ora insegna in prima media, lui fa l'ingegnere.


"Tu sai chi sono" Racconti filosofici di Oscar

La mia Lei da sempre
Si è presentata stanotte senza che io la aspettassi affatto.
Avevo chiuso la porta, spento tv e wifi, indossato la tuta leggera che mi fa da pigiama. La notte a volte ho crisi di freddo, tra le due e le tre, forse ho problemi di fegato, di rabbia. Mi ero steso col mio videogioco preferito, la luce dello smart è sufficiente, ma attira i moscerini che confondono i numeri. Mi son fatto un sudoku, difficoltà media, il tempo di rilassarmi e poter dormire. Tutto regolare, come alsolito.
Stanotte non aspettavo nessuno. Tantomeno lei - Hai il volto di una donna che conosco -


Chi è più sfigato di me? Muoio senza un funerale. Il mio funerale, l'unico di cui mai mi è importato. Ad ogni funerale ho sempre pianto la mia morte.
Non ditemi che anche voi non fate altrettanto. «Un morto non è un morto, è la Morte» diceva Jorge.
Ogni sera, prima di addormentarmi, al posto della preghierina, immagino la mia morte, in particolare mi diverte il mio funerale.


La neve bianca scende dal cielo ed emana un magico profumo, come una stella piumata che si trasforma in una luna che con la sua luce illumina una intera città.
Spunta uno gnomo, attraversa le vallate, la valle del mistero dove tutto è bianco, alberi, strade, fiori, cose, persone. Tutto è bianco

Un cavallo anch’esso bianco con un unicorno corre sereno sembra volare in un paradiso di bianco.
In lontananza si scorge un cartello, il cavallo sembra volerlo raggiungere così corre di più, si avvicina

Devi raggiungere un cuore d’argento perché solo se lo prende raggiunge la sua meta. Il suo desiderio è quello di crearsi una famiglia felice.
Si può che deve trottare, trottare, nel suo cuore c’è tanta voglia. Ha questo obiettivo nel cuore e vuole raggiungerlo.