Home


Chi è più sfigato di me? Muoio senza un funerale. Il mio funerale, l'unico di cui mai mi è importato. Ad ogni funerale ho sempre pianto la mia morte.
Non ditemi che anche voi non fate altrettanto. «Un morto non è un morto, è la Morte» diceva Jorge.
Ogni sera, prima di addormentarmi, al posto della preghierina, immagino la mia morte, in particolare mi diverte il mio funerale.


Stiamo facendo gruppo con la pagina su www.facebook.com chiamata @StayaCasaSocialLive in cui si sta sperimentando un vera e propria attività di arte-terapia su web. Tutti possono partecipare, tutti possono essere #creaTTivi. Ti aspettiamo. 

"Stanno cambiando i tempi e il Coronavirus ci ha colto tutti di sorpresa costringendoci ad una segregazione che non è solo fisica, è ancor di più psichica e relazionale. Anche noi, nel nostro piccolo, ci siamo posti il problema, senza trovare un bandolo alla matassa".


Il più grande film catastrofico grottesco della storia

Voce fuori campo:
«Uno spettro si aggira per l'Europa: lo spettro del Virus»
Primo piano sui pon pon a pois delle mille antenne del Re Corona.
«Tutte le potenze del vecchio mondo si sono coalizzate contro questo spettro: il papa e lo zar, radicali francesi e poliziotti tedeschi. È ormai tempo che i Virus espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e rivendichino il loro diritto alla comunità.»


Come fa l'uomo ad essere parte di un tutto, ad essere costantemente interconnesso con se stesso e con tutto l'universo. Che cosa ci dice la scienza?

L'immagine di una estesa ragnatela è una metafora meravigliosa e chiarificatrice. Immaginate un ragno che ha lavorato alla sua rete estendendola in tutta la stanza. Lui se ne sta tranquillo da una parte, nascosto. Quando una mosca o un moscerino si impiglia nella rete la fa vibrare. Così il ragno ha le giuste informazioni e il suo navigatore satellitare gli indica la direzione per dirigersi verso la preda. Povero moscerino! 
Il problema grave, per quel che ci riguarda, è che noi non siamo il ragno, ma il moscerino.
La cosa meravigliosa è che il ragno tesse la tela senza sapere cosa siano le mosche.



Direttamente dalla Medicina Tradizionale Napoletana (MTN), in sinergia con la Medicina Tradizionale Cinese (MTC), a cui si aggiungono i movimenti del Tai Ji Nei Gong, antica arte di movimento dell'antica Cina, proponiamo, in collaborazione degli amici di Radio Caga, Centro "La Bussola" di Ferentino, PROPONIAMO

UN OTTIMA PRATICA DI RILASSAMENTO E SANA INTENZIONE IN QUESTI TEMPI DI QUARANTENA DENTRO CASA E FUORI DI TESTA.

Buona Pratica: 3 minuti al giorno...


VA BENE  È GIUSTO LO AMMETTO:
LA VERA EMERGENZA SONO IO

È giusto, ognuno assuma le sue responsabilità.

Va bene, ho capito: sono io il virus, senza membrana,

il virus più virulento di sempre, ma senza corona