Quando avevo sette anni me ne andavo sulla spiaggia con il mio retino a raccogliere telline. A volte inseguivo un granchio sotto la sabbia con la mia mano a punta di lancia. Mi sfuggivano sempre, ma forse ero io a farli fuggire. Tornavo a casa con il retino pieno e mamma ci condiva la pasta. Trovavo anche le stelle marine, le toccavo al centro e loro si chiudevano come un fiore. Le lasciavo seccare aperte sul davanzale della finestra, volevo farne una collezione. Poi papà disse che le stelle erano in via di estinzione. Ci rimasi male, fu la mia prima crisi ambientalista.


La crisi climatica sta sconvolgendo il mondo e influenza la salute di tutti i suoi abitanti, fisica, mentale, relazionale, senza distinzione di censo, genere e razza, ma è anche un'enorme opportunità di crescita individuale e collettiva. Il cinismo della finanza, l’inerzia della politica, l'indifferenza dell'informazione stanno rubando all’uomo il progetto del proprio futuro, negandogli il ricordo e oscurando la serenità del presente. Ci troviamo davanti ad una nuova pandemia che evidenzia lo stretto rapporto tra salute dell’ecosistema e salute umana.


Ho ripreso a scrivere sul sito per colmare la mia ansia. L'ho osservata, attentamente, con calma, ogni volta che sentivo il cuore in gola. Spesso accade all'inizio di una tempesta, mentre i miei due piccoli cani si riparano mugolando ai piedi del letto.
Ho compreso: sono affetto da "CCA", patologia diagnosticata nel ventunesimo secolo, un acronimo che sta per "Ansia da Cambiamento Climatico" ovvero "Depressione Climatica". Chiamiamola "Ecoansia".

Una patologia di gran moda che sta diventando pandemica.
Il termine "Hybris", o "Hubris", viene dal greco e significa "tracotanza", "eccesso", "superbia", "orgoglio", "prevaricazione". Nel 2009 Lord David Owen e Jonathan Davidson hanno descritto un disordine mentale che tende a manifestarsi con queste caratteristiche negli uomini di potere e lo hanno chiamato "Sindrome di Hybris".
La ricerca ha confermato che tali individui hanno una probabilità 3 volte maggiore di accusare questa malattia.